Qui ti svelerò il primo di 3 errori comuni che le persone intente a perdere peso compiono ripetutamente.

Quante volte avrai sicuramente sentito le parole “mi sono messo a dieta”, oppure la frase di inizio anno, “mi sono iscritto in palestra”, da un amico, parente o conoscente?

 

Immagino tante volte… e quante volte dopo appena un mese rincontrando la stessa persona, oltre a non vedere alcun risultato in lei, scopri che sono bastati meno di 30 giorni per annullare tutto l’entusiasmo e tutta la motivazione di partenza?

 

8 persone su 10.

 

Stai per certo che quelle 8 persone hanno sicuramente compiuto uno dei 3 errori che leggerai nei prossimi giorni.

 

Il primo errore comune è fare una dieta ipocalorica “fai da te” che solitamente diventa una dieta ipoglucidica, ipolipidica e anche ipoproteica, ovvero una dieta che manca di tutti e tre i macronutrienti fondamentali al nostro organismo.

 

Già mettendola giù così sembra una tortura da guerra fredda, in realtà il suo principio non è sbagliato, ovvero dice che:

 

se io consumo 1.800 Kcal al giorno per vivere, ovvero sia le Kcal del mio metabolismo basale che le Kcal dell’attività spontanea che svolgo durante la giornata (fare le scale, salire e scendere dalla macchina, portare le borse della spesa, pulire il pavimento, etc..)

 

Basterà semplicemente introdurre 1.500 Kcal per avere un bilancio negativo, di circa 300 Kcal, e quindi perdere peso.

 

Purtroppo arriva la nota dolente…

Da letteratura scientifica sappiamo che 1 gr di grasso ha un potere calorico di 9 Kcal, quindi 10 gr 90 Kcal, 100 gr 900 Kcal, 1kg 9000 Kcal.

 

Quindi per perdere 1 kg di grasso dovremmo ridurre il nostro introito di 9000 Kcal circa, questo vuol dire che ci vorranno 30 giorni di dieta restrittiva, senza sgarri.

 

Adesso non ti stupirà più tanto il fatto che dopo un mese le persone perdono i buoni propositi e la motivazione.

 

Un altro problema che sorge è: da dove tolgo quelle 300 calorie?

 

Dai grassi, dagli zuccheri o dalle proteine?

 

Generalmente succede questo… 

 

  • inizialmente tutti tolgono gli zuccheri e mantengono proteine e grassi, in parte corretto.

  • poi la testa cede, sentono il bisogno di appagare una voglia per poter continuare la dieta,

  • la voglia sfocia nei dolci,

  • quindi introducono zuccheri.

 

Infine qual è il meccanismo che s’innesca? Arrivano tutti a cena con molta fame, e… dopo cena… si concedono il cioccolatino, la frutta, il formaggio, le patatine. Portando il bilancio d’introduzione nuovamente pari o alle volte persino positivo:

 

es: -1800 Kcal bruciate  +1900 Kcal introdotte = +100 Kcal

 

Ma la cosa peggiore è che s’instaurerà una sorta di dipendenza da feedback compensatorio, ovvero:

ā€‹

  • mi privo del cibo durante la giornata,

  • sento il bisogno/la voglia di qualcosa,

  • arrivo alla sera e appago quella voglia prima che la giornata finisca.

 

Non è ancora tutto purtroppo! Sai che succede quando limiti l’introduzione alimentare o addirittura digiuni? Succede che il metabolismo riceve un feedback di stop, ovvero si frena, si rallenta da solo perché non avendo alimenti da trasformare in energia cerca di preservare il più possibile le energie stesse.

 

Questo sistema se viene prolungato per diverso tempo creerà un rallentamento del metabolismo e alle volte addirittura ad una situazione catabolica*. Ovvero in cui per creare energia il nostro sistema andrà a degradare strutture muscolari ed ossee (catabolismo proteico e azione osteoclastica per tamponare l’acidosi indotta ). Scusa il tecnicismi, ora la smetto con i paroloni JšŸ˜Š

 

ā€‹

Ma quindi come evitare tutto questo? Basterà seguire questi 3 semplici step:

ā€‹

  1. Individuare il profilo morfologico dominante

  2. Seguire un piano alimentare che contenga tutti e 3 i macronutrienti necessari al nostro organismo in proporzioni bilanciate per il tuo profilo personale

  3. Aumentare il moto giornaliero e sfruttare le migliori tecniche di allenamento per il bisogno primario dettato dal tuo morfotipo (ossidare, drenare, costruire).

 

Grazie per essere arrivato a leggere fino a qui.

 

Se vuoi leggere gli altri 2 errori perditempo nel dimagrimento eccoli qui:

ā€‹

ERRORE2

ā€‹

ERRORE3

 

Ti aspettiamo nella rivoluzione.

 

Cesare Magagnin (PT)

ā€‹

Elisabetta Lombardi (Nutrizionista Biologa)

ā€‹

E tutto lo staff MYLIFE360

ā€‹

ā€‹

ā€‹

ā€‹

ā€‹

MYLIFE360 srls

P.IVA e C.F. 04818270268

Via G. Marconi 63,

Revine Lago 31010 (TV)

©2019 by FASTslim. Tutti i diritti riservati